Warm-up per batteristi

Warm-up per batteristi

#ThomannDrumDays è l’hashtag utilizzato per la nostra settimana a tema dedicata ai batteristi e va dal 5 Marzo all’11 – vi invitiamo a seguire i nostri canali Facebook e Instagram. I

Per i fanatici delle percussioni abbiamo sconti esclusivi, video con artisti VIP, articoli, tutorials e tanto divertimento 😉

Enjoy! ??


Showtime! Stai per salire sul palco con la tua band, e sei pronto a spaccare. Hai bisogno di un sacco di energia per affrontare il concerto, tanto per eseguire i brani quanto per trasmetterla alla band e al pubblico. Anche se l’adrenalina scorre nelle tue vene e l’entusiasmo ti da la carica, hai bisogno di un riscaldamento adeguato per dare il massimo ed evitare rischi quali crampi o dolori ai legamenti e ai muscoli. Ecco un paio di trucchi 😉


Strumenti diversi per gusti diversi

Ci sono batteristi che hanno un programma di routine e riscaldamento iper dettagliato eseguito sul kit da battaglia, mentre altri si affidano ai canonici cinque minuti di drum roll su un practice pad per far sciogliere per bene i muscoli delle dita e dei polsi. C’è da dire che il tipo di approccio al riscaldamento dipende molto dal genere suonato: i batteristi jazz e pop devono avere mani e polsi sciolti, mentre i batteristi metal le gambe sono egualmente se non più importanti. Il tempo ideale per riscaldarsi dipende da persona a persona, devi solo provare e trovare il tuo giusto ritmo.

L’unica nota che consigliamo è di non iniziare il riscaldamento troppo tardi: se c’è bisogno di fare qualche cambiamento last minute al setup, alla scaletta o altro, è meglio essere già caldi in modo da non avere problemi in casi di soundcheck aggiuntivi inaspettati o concerti che iniziano prima del previsto. Sarà sufficiente trovare un posto tranquillo e silenzioso e iniziare a riscaldarsi.

Piano e costante

Se non sai che esercizi fare durante il riscaldamento, inizia dai colpi singoli, colpi alternati e un po’ di variazioni paradiddle. Parti piano e non buttarti nel blast beat più estremo, dato che il riscaldamento prevede uno scioglimento graduale della muscolatura la quale, se sottoposta a stress improvviso, potrebbe rispondere in malo modo. Oltretutto, sfinirsi durante il riscaldamento significa anche non avere più energia per il concerto. Cambia spesso presa con le bacchette, metti qualche accento qua e là e inizia a lavorare di dinamica senza andare subito a cannone. Il tutto vale tanto per le braccia quanto per le gambe. Quando ti senti sciolto e rilassato, fai un po’ di stretching a braccia e gambe.

 

 

DW 7002PT Doppelfußmaschine

Accessori per un giusto warm-up

Se non hai spazio per un kit completo puoi munirti di un pad da esercizio (practice pad) con una superficie elastica e gomossa, un treppiedi e un paio di bacchette. Per esercitare i piedi, puoi acquistare un pad da grancassa a cui poggiare il tuo pedale della grancassa ed esercitarti. Per chi ha esigenze maggiori, esistono svariati kit da riscaldamento (practice kit) – vere e proprie batterie in miniatura. Con un metronomo (o una app sullo smartphone) il riscaldamento sarà ancora più mirato. Alcuni noti batteristi preferiscono utilizzare pad o bacchette pesanti da marcia come le Ralph Hardimon Vic Firth, piuttosto che dei pad con superfici molto soffici come il Moongel Workout Pad – utili per allenare i muscoli delle mani in tempi più brevi. Con il piccolo e portatile Sticky Practice Pad, qualsiasi superficie piana può diventare un punto di riscaldamento.

 

Rendere interessante il warm-up

In qualità di esseri umani siamo creature abitudinarie: se hai trovato uno schema efficace per effettuare il tuo riscaldamento, dovresti attenerti ad esso. Detto ciò, non c’è nulla di male nell’introdurre qualche variazione di tanto in tanto, per non renderlo troppo noioso. Se hai bisogno di ispirazione, non possiamo che consigliare il DVD “Great Hands For A Lifetime” di Tommy Igoe: contiene 3 programmi d’esercizio per principianti, intermedi e batteristi professionisti.


Consulti e consigli

Se hai domande, sappi che siamo qui per aiutarti! Vieni a trovarci nel dipartimento batterie qui a Treppendorf o contattaci via email o telefono (+49-9546-9223-646) per fare quattro chiacchiere 😉  ?

Se vuoi approfondire il mondo delle batterie, ti consigliamo questo materiale:

PIATTI PER BATTERIA: UNA GUIDA PRATICA

QUIZ: QUANTO BENE CONOSCI LA BATTERIA?

FUSTI DELLA BATTERIA: QUALI MATERIALI SCEGLIERE?

BACCHETTE PER BATTERIA: COME SCEGLIERLE

I 10 ACCESSORI A CUI OGNI BATTERISTA NON PUÓ RINUNCIARE

SEZIONE BATTERIE E PERCUSSIONI SU THOMANN.DE

Author’s gravatar
La passione di Simon per la musica nasce molto tempo fa, fino a portarlo al diventare arrangiatore, chitarrista e autore di musica auto-prodotta, pubblicata con la sua band, gli Onyria.

2 commenti

    Bisonho dia comprare piati

    ciao, io vorrei trasformare il mio floor tom da 18″ in una cassa. Ho visto che pearl commercializza il JG16 con il suo ISS adaptor. La mia domanda è: va bene anche per il floor tom da 18 o è specifica per il floor tom da 16″

Lascia un commento

ANNUNCIO