Basso elettrico per principianti: quale scegliere?

Basso elettrico per principianti: quale scegliere?

È molto semplice: se vuoi imparare a suonare il basso, hai bisogno di un… basso! Sfortunatamente, la scelta è così ampia da risultare confusionaria. Sono quindi necessarie alcune informazioni di base per trovare lo strumento adatto per te. Ecco un paio di consigli!


Se vai per la prima volta in un negozio di musica per scegliere il tuo primo basso, probabilmente non saprai ancora molto dello strumento. Potresti aver sentito parlare di quattro o cinque corde, ma le diverse forme del corpo, le lunghezze della scala o i tipi di pickup all’inizio sono argomenti poco chiari, per non parlare della scalatura delle corde o del raggio della tastiera. Detto ciò, ci sono alcuni dettagli che sono facili da spiegare e consentono, perlomeno, una pre-selezione.

 

Basso elettrico per principianti: i pick-up

Una delle caratteristiche più importanti di un basso elettrico sono i pickup, perché modellano il suono di base interagendo con l’elettronica, il corpo e la scala – ma di questo ne parleremo più avanti. Ci sono due tipi di pick-up per il basso: single coil e humbucker. Tecnicamente i single coil sono costituiti da una singola bobina, mentre gli humbucker ne hanno due, eliminando il rumore di fondo. L’humbucker ronza e sibila meno e ha anche un’uscita significativamente più alta, ma suona anche in modo diverso.

Fender Original Jazz Bass PU Set

Fender Original Jazz Bass PU Set

Ciò si traduce in un suono completamente diverso. Non migliore, non peggiore, solo diverso. Il single coil suona piuttosto chiaro, nitido e con un bel attacco, mentre l’humbucker di solito si comporta in modo più aggressivo e più “scuro”. Naturalmente, queste descrizioni tendono a essere molto vaghe e generaliste: il sound e il tono finale dipende molto dall’interazione di tutti i componenti dello strumento.

Un esempio di basso con single coil è sicuramente il Fender Jazz Bass. È dotato di due di questi pickup che possono essere utilizzati singolarmente o insieme, ciascuno con un suono diverso. Il Music Man Sting Ray, invece, potrebbe rappresentare il classico basso con humbucker. Il Fender Precision Bass è una variante speciale: sembra dotato di due single coil (o di un humbucker), ma ognuna delle due bobine è responsabile solo di due corde. Questo design è chiamato “Split Coil”.

Fender Player Series Jazz Bass PF BLK

Fender Player Series Jazz Bass PF BLK

 

Basso elettrico per principianti: 4 o 5 corde?

Quante corde dovrebbe avere un basso? D’altronde, non c’è una scelta chiara: il basso elettrico è disponibile con quattro, cinque e anche sei corde. Se ti sei già addentrato nel mondo dei bassi a cinque corde, probabilmente è perché i tuoi bisogni si allineano con questa tipologia di basso (ad esempio, perché vorresti suonare metal, rock, e in generale avere la quinta corda per coprire le basse frequenze che il Si basso può garantire). Se invece il tuo scopo è suonare pop, rock classico o hard rock, un quattro corde è sempre la scelta più ottimale.

Basso elettrico per principianti: la scala

Una considerazione importante quando si acquista un basso per principianti è la lunghezza della scala.  Qui le quattro categorie sono approssimativamente suddivise in: corto (scala corta 30″), medio (scala media 32″), lungo (scala lunga 34″ – questa è la scala standard della maggior parte dei bassi Jazz e Precision) ed extra lungo (tutto ciò che va oltre 34 pollici”).

Con una scala corta, i tasti sono più vicini tra loro rispetto alla scala più lunga, quindi non devi allargare molto le dita per suonare. Soprattutto per chi ha le mani piccole, è più comodo suonare un basso a scala corta. Devi comunque essere consapevole che un basso con una lunghezza di scala ridotta suonerà in modo diverso da un basso ‘tradizionale’. Più lunga è la scala, più grosso sarà il suono in particolare delle corde più basse. Se cerchi il classico suono di basso, acquista un basso a scala regolare.

 

Basso elettrico per principianti: fretless?

I bassi di cui abbiamo parlato hanno tutti i tasti. Esistono però anche bassi senza tasti, i bassi fretless. Qui la tastiera o è completamente priva dei tasti (di metallo), talvolta avendo i solchi intarsiati nella tastiera ma nulla più. Il suono del fretless tende a ricordare vagamente quello del violoncello, e grazie a questa peculiarità è possibile ottenere un sound più adatto a determinati generi.

Lo svantaggio, per così chiamarlo, dei bassi fretless, è che va suonato in maniera molto precisa: non avendo i tasti, ogni nota deve essere intonata correttamente. Spesso (ma non sempre) i bassi fretless sono equipaggiati con le cosiddette corde flatwound. A differenza delle corde tonde, queste hanno una superficie liscia e sono quindi molto morbide da impugnare. Suonano anche in modo diverso, vale a dire più calde e rotonde.

Harley Benton B-450FL BK Progressive Series

Harley Benton B-450FL BK Progressive Series

 

Basso elettrico per principianti: ti servono più idee?

In definitiva, se stai pensando di iniziare e hai già le idee chiare sul genere musicale da imparare o se hai qualche bassista di riferimento, probabilmente sai già dove orientarti. Se invece il basso ti interessa a 360 gradi e vuoi semplicemente iniziare senza fissarti su forme, scale o tipologie, ti raccomandiamo il classico: basso in stile P, 4 corde, scala lunga, Split-Coil e buona suonabilità.

Dai un’occhiata a qualche basso per principianti

Altri consigli per principianti (basso e chitarra)

Harley Benton PB-20 SBK Standard Bundle

Harley Benton PB-20 SBK Standard Bundle

Harley Benton JB22-Set 1

Harley Benton JB22-Set 1

 

Ti consigliamo noi!

Sei ancora indeciso? Hai domande? Il nostro team nel reparto bassi sarà lieto di consigliarti, ovviamente senza impegno. Passa dal nostro negozio a Treppendorf, chatta con noi o chiamaci. Il tuo primo basso ti sta aspettando!

Email: gitarre@thomann.de

Telefono: +49 9546 9223-20

YouTube

Caricando il video, accetti l'informativa sulla privacy di YouTube.
Per saperne di più

Carica video

Author’s gravatar
La passione di Simon per la musica nasce molto tempo fa, fino a portarlo al diventare arrangiatore, chitarrista e autore di musica auto-prodotta, pubblicata con la sua band, gli Onyria.

Lascia un commento

ANNUNCIO