Superbowl Halftime
Super Bowl: i 5 migliori e i 5 peggiori halftime show di tutti i tempi

Super Bowl: i 5 migliori e i 5 peggiori halftime show di tutti i tempi

Il Super Bowl è ogni anno il momento clou della stagione NFL. L’evento sportivo attira decine di migliaia di tifosi allo stadio e milioni di persone sugli schermi televisivi. Lo spettacolo dell’intervallo è sempre un successone. Le star più famose si scaldano in soli 12-13 minuti e definiscono le loro performance come delle vere e proprie pietre miliari. Talvolta, però, questo si è rivelato un fallimento. Ecco i migliori e i peggiori halftime show del Super Bowl …


Le Migliori Esibizioni del Super Bowl

Top 5: 2013 – Beyoncé, Destiny’s Child

Il concerto di Beyoncé in occasione del Super Bowl 2013 è stato spettacolare. Un’esibizione così al Super Bowl si è vista raramente. Poco prima, l’icona era stata criticata per essersi limitata a eseguire il playback durante l’inaugurazione di Barack Obama. Nel Superdome di New Orleans, ovviamente, non ha voluto lasciare alcun dubbio. Ha fatto vibrare il palco con uno spettacolo mozzafiato e ha dimostrato inequivocabilmente di saperci fare dal vivo. Quando è stata sostenuta anche dalle sue ex colleghe delle Destiny’s Child, più di 70.000 spettatori sono andati letteralmente in delirio. È stata la loro prima esibizione insieme in otto anni.

YouTube

Caricando il video, accetti l’informativa sulla privacy di YouTube.
Per saperne di più

Carica video


Top 4: 2014 – Bruno Mars

L’esibizione di Bruno Mars è stata una vera festa durante il 48esimo halftime show del Superbowl. Lo spettacolo di luci è stato realizzato alla perfezione, così come i fuochi d’artificio sopra lo stadio. Lo spettacolo e l’intrattenimento sono risultati sportivi almeno quanto gli atleti della NFL. Tutto è iniziato con un assolo di batteria pazzesco, seguito da un tour attraverso la storia della musica, ad esempio con una rivisitazione di James Brown. E poi Bruno Mars ha unito gli americani con la canzone “Just The Way You Are“, in cui i soldati statunitensi hanno salutato i loro cari.

YouTube

Caricando il video, accetti l’informativa sulla privacy di YouTube.
Per saperne di più

Carica video


Top 3: 2009 – Bruce Springsteen e la sua E-Street Band

Probabilmente non c’è nessun musicista che abbia la fama dello stile di vita americano come Bruce Springsteen. Il Boss lo vive con tutte le sue sfaccettature dentro e fuori dal palco. La megastar è nota per la sua credibilità concreta e si limita a fornire il meglio di sé. Il Super Bowl è indubbiamente un’occasione speciale. In 12 minuti, nel 2009, Springsteen ha dato vita a uno spettacolo difficile da superare in termini di energia. Uno sport musicale ad alte prestazioni: sudato, diretto, sfrenato. Un vero eroe per gli appassionati di football e anche di musica. In ogni caso, impressionante.

https://youtu.be/E4Zj6kt3qZw


Top 2: 2002 – U2

Gli U2 hanno fatto venire una pelle d’oca indimenticabile al Super Bowl 2002. Gli Stati Uniti erano stati colpiti in modo incredibilmente tragico dagli attacchi terroristici dell’11 settembre 2001. Erano passati solo cinque mesi. Durante lo spettacolo, gli U2 hanno mostrato su uno schermo i nomi di tutte le vittime. Il pubblico si è più che commosso durante “Where The Streets Have No Name”. Bono si aprì la giacca: la fodera mostrava la bandiera degli Stati Uniti. È stato un concerto simbolico di unione e quasi nessuno è riuscito a trattenere le lacrime in quel momento.


Top 1: 2007 – Prince

Lo scenario è stato drammatico: la pioggia è caduta a secchiate dal cielo durante l’intervallo del Super Bowl XLI. Lo stadio di Miami sembrava affogare nella tempesta. A Prince non importava. O forse dovremmo dire: poiché la pioggia è arrivata al momento giusto! Era bagnato fradicio e al termine di “Purple Rain” sembrava essere tutto perfetto, dallo spettacolo alla musica, all’armonia con le forze della natura. Una canzone che ha fatto la storia della musica anche al Super Bowl. Un intervallo da Super Bowl indimeticabile!

https://youtu.be/7NN3gsSf-Ys


Le peggiori esibizioni al Super Bowl halftime!

Allo stesso modo, ci sono stati degli show nell’intervallo in cui era impossibile reprimere completamente le sopracciglia e le orecchie che si arricciavano:

Flop 5: 2004 – Janet Jackson, Justin Timberlake

L’halftime show del Super Bowl XXXVIII, trasmesso in diretta il 1° febbraio 2004 da Houston, Texas, sulla rete televisiva CBS, è famoso per un episodio in cui il seno di Janet Jackson, ornato da un paracapezzoli, è stato esposto da Justin Timberlake al pubblico per circa mezzo secondo. L’incidente, talvolta definito Nipplegate o Janetgate, ha portato a un immediata repressione e a un ampio dibattito sull’indecenza delle trasmissioni.

YouTube

Caricando il video, accetti l’informativa sulla privacy di YouTube.
Per saperne di più

Carica video


Flop 4: 2019 – Maroon 5, Travis Scott, Big Boi

I Maroon 5 sono stati una combinazione perfetta per lo scadente Super Bowl 2019, con un’esibizione poco ispirata e un look datato. La performance di Adam Levine fu probabilmente una delle peggiori, poco intonato e svogliato. In poche parole, si è avuta l’impressione che i creatori del Half Time show non avessero trovato un artista disposto ad affrontare le difficoltà generali dell’evento. Furono così scelti almeno i Maroon 5, che evidentemente avevano dormito per tutto il decennio precedente.  Dopo “Sicko Mode” di Travis Scott, tutti gli spettatori potevano tranquillamente andarsene a casa. Ah, e non dimentichiamoci della partecipazione di Spongebob all’intervallo del Super Bowl LIII.

YouTube

Caricando il video, accetti l’informativa sulla privacy di YouTube.
Per saperne di più

Carica video


Flop 3: 2011 – The Black Eyed Peas, Usher, Slash

Per molti è ancora un mistero come i Black Eyed Peas siano riusciti a partecipare al Super Bowl XLV come ospiti dell’intervallo. Con 103.000 spettatori, il Cowboys Stadium di Arlington registrò un record. Ciononostante, direttamente sul posto e sugli schermi di tutto il mondo, gli spettatori assistettero a un’esibizione demotivata e noiosa della band intorno alla frontwoman Fergie. Cantò male e in modo poco garbato e si assicurò il consenso negativo di tutti quando cantò “Sweet Child O’ Mine” con Slash.

YouTube

Caricando il video, accetti l’informativa sulla privacy di YouTube.
Per saperne di più

Carica video


Flop 2: 2010 – The Who

Gli Who hanno partecipato all’halftime show nel febbraio 2010. Dalla nascita della band, i pionieri e gli eroi di sempre dell’hard rock avevano già 46 anni di carriera alle spalle. Purtroppo, gli spettatori e gli ascoltatori del Super Bowl XLIV a Miami hanno dovuto rapidamente rendersi conto che i veterani del rock intorno a Pete Townsend e Roger Daltrey, a differenza degli Stones o di Paul McCartney, avevano da tempo abbandonato il vertice musicale. Il sound era scadente, la musica e le voci non erano sincronizzate. Sfortunatamente un disastro a dir poco imbarazzante.

YouTube

Caricando il video, accetti l’informativa sulla privacy di YouTube.
Per saperne di più

Carica video


Flop 1: 2000 – Phil Collins, Christina Aguilera, Enrique Iglesias, Toni Braxton

Ci fu una grande produzione in stile Disney per celebrare il nuovo millennio. In qualche modo assomigliava a una scena da parco divertimenti in cui i bambini si lanciavano nelle varie attrazioni solo perché i nonni avevano bisogno di una pausa. Effettivamente, è stato uno spettacolo bizzarro caratterizzato da tipiche sfaccettature Disney. E come sempre, al nastro di partenza c’erano artisti di prim’ordine. Tuttavia, nessuno di loro ha eseguito una sola canzone propria. Le buone intenzioni c’erano, la performance un po’ meno.


Verso il 2023 – Il ritorno di Rihanna negli Halftime Show

E nel 2023, la partita del Super Bowl e l’halftime show saranno di nuovo tra le trasmissioni televisive più seguite negli Stati Uniti. Questa volta, Rihanna si esibirà in occasione del culmine della stagione di football americano. Il ritorno di Rihanna! La sua ultima esibizione è stata ai Grammy Awards del 2018. Ecco perché siamo ancora più eccitati per la sua performance. Ti auguriamo il meglio per il tuo ritorno, RiRi!

YouTube

Caricando il video, accetti l’informativa sulla privacy di YouTube.
Per saperne di più

Carica video

👉 Se non riuscite a fare a meno del Super Bowl e degli halftime show, non perdetevi il nostro quiz “Super Bowl Halftime Shows” a questo link!


Il vostro feedback

Quale performance vi è piaciuta di più o di meno? Ditecelo nei commenti!

Author’s gravatar
La passione di Simon per la musica nasce molto tempo fa, fino a portarlo al diventare arrangiatore, chitarrista e autore di musica auto-prodotta, pubblicata con la sua band, gli Onyria.

2 commenti

    tra le prime posizioni io metterei anche lady Gaga, grande performance.

    Giusta osservazione! Un super bowl halftime che ci è sfuggito 🙂

Lascia un commento

ANNUNCIO