beyerdynamic DT-297-PV/80 MKII

25

Headset combo

  • Innovative goose neck for microphone arm
  • Weight without cable: 240 g
  • Colour: Black

Headphones:

  • Dynamic, closed
  • Circumaural
  • Nominal impedance: 80 Ohm
  • Frequency range: 10 - 30,000 Hz
  • Sound pressure level: 100 dB

Microphone:

  • Condenser microphone
  • Polar pattern: Cardioid
  • Frequency range: 40 - 20,000 Hz
  • Nominal impedance: 300 Ohm
  • Phantom power: 12 - 48V, required
  • Incl. Windshield

Note: Cable is not included, please order separately!

available since February 2010
Item number 242956
sales unit 1 piece(s)
Closed Headphone Yes
Single Ear Headphone No
Removeable Cable Yes
£279
Free shipping incl. VAT
In stock
In stock

This item is in stock and can be dispatched immediately.

Standard Delivery Times
1

25 Customer ratings

14 Reviews

S
great
ScottishEUCitizen 07.01.2019
can't complain about anything really. comfortable and sounds great.
remember it's a condenser mic so it needs phantom power or "plug-in power" (some work, some don't have enough voltage) to work on portable equipment.
also remember you'll need the cable and it's not the same as the DT100 type as there's the mic connections too.

Außengeräuschisolierung = External noise insulation (it's not a big aviation type headset hence just 4 stars but does its job well)
features
quality
sound
Outside Noise Isolation
2
0
Report

Report

S
Great for Podcasting
Singvögel 04.12.2020
Perfect Headset for Podcasting.
Sound is crisp and clear.
pro:
Works perfect
con:
Don't forget the Cable
features
quality
sound
Outside Noise Isolation
0
0
Report

Report

google translate de
Unfortunately there was an error. Please try again later.
_G
völlig überteuerter Oldtimer, für Telcos ungeeignet
_Richard G_ 25.08.2020
Klanglich ist dieses Headset über jeden Zweifel erhaben und daher der Goldstandard für jeden Podcaster.
Alles über den Klang hinaus ist jedoch ein Witz. Das Design stammt vermutlich aus den frühen Achtzigern. Was an dem Drehgelenk "neuartig" sein soll, ist mir schleierhaft. Der Kopfpolster ist mit einer fragwürdigen Konstruktion befestigt, die sich beim neuen Hörer bereits verdreht.
Das Schlimmste ist jedoch das optionale, aber unvermeidliche Kabel. Und der noch schlimmere STECKER! Das Ensemble ist bocksteif, der Stecker so lang und klobig, daß es regelrecht die Bewegungsfreiheit einschränkt. Und bereits nach 2 Tagen verdreht sich das Ding auf nervigste Weise.
Was um alles in der Welt tut die Entwicklungsabteilung von beyerdynamic den ganzen Tag? Und warum konnte man da seit Jahrzehnten keinen Designer drüber schauen lassen, der es, wenn schon nicht hübsch, dann wenigstens nicht so häßlich macht?

Ich wollte eine perfekte Lösung für Telcos haben, jedoch ist der Unterschied zu einem 15EUR USB-Headset bei den meisten Anwendungen nicht hörbar. Dafür kann dieses Headset nichts, aber hätte es nur einen kleinen Hauch von Besitzerstolz geweckt, hätte ich es behalten, weil Nerd. So geht es retour und hinterläßt mich extrem enttäuscht von einem so bekannten Unternehmen.
features
quality
sound
Outside Noise Isolation
8
4
Report

Report

google translate it
Unfortunately there was an error. Please try again later.
DT
Pro (e contro)
Daniele T. 06.10.2016
L'ho comprata in sostituzione della "sempreverde" DT-109 dello stesso costruttore, che era risultata incompatibile con la scheda audio acquistata per accompagnarla.

La DT-279-PV/80 MkII per la parte cuffia ha un'ottima banda passante, una presenza meno claustrofobica di altre cuffie ad alto isolamento, e una calzata tutto sommato sopportabile grazie ai cuscinetti in velluto sintetico... ok, quest'ultimo giudizio vale quel che vale, cioè poco: provate a trovare due teste uguali con orecchie uguali, "montate" nello stesso identico punto!

Il "pezzo" che fa la differenza per la DT-297-PV/80 MkII è il microfono cardioide, a condensatore (pre-polarizzato). Non solo ha una risposta timbrica calibrata con cura sullo standard televisivo / radiofonico / teatrale, ideale per il doppiaggio di contenuti multimedia, o per la lettura di testi, ma la capsula è montata su un supporto elastico che riesce molto bene a discriminare i rumori meccanici della cuffia e dell'organismo di chi la indossa.

La buona sensibilità del microfono permette di lavorare con un guadagno "sensato" anche con le schede audio moderne e con i mixer di buon comando, e soprattutto gode di una più che discreta insensibilità al feedback, tanto che riesco ad utilizzarlo con i monitor a circa 1 metro dalle orecchie senza nemmeno dover indossare la cuffia per "zittire le casse".

Fin qui, tutto bene. Dov'è, allora, la stella che manca nel livello di soddisfazione, e le due stelle che mancano nel livello di fabbricazione?

La plastica utilizzata per la costruzione dell'archetto e dei singoli auricolari ha un aspetto (all'occhio, e al tatto) poco pregiato, poco... professionale; peccato, perché le caratteristiche in termini di utilizzo sono realmente professionali, e tra i pochi modelli di cuffie con microfono esistenti, sigh, non sono in tante a meritare questo appellativo.

Il punto meno lusinghiero dell'insieme, però, è il cavo. Che nella confezione non esiste, perché come molti altri prodotti professionali destinati al mondo broadcast, l'utilizzatore sceglie il cavo che serve in base all'applicazione (telecamera, intercom, console, vediamo...).

Che scegliate quello con l'XLR a 5 poli per gli intercom della tal marca, o la telecamera della tal altra, o che scegliate quello con XLR a 3 poli per il microfono e jack stereo da 1/4" per la cuffia, o che scegliate il cavo non terminato e decidiate di arrangiarvi in autonomia, il risultato non cambia: sette conduttori in una guaina di PVC semi-piatta rendono il cavo pesante, rigido, per niente flessibile, e soggetto ad avvitamenti continui (che costringono a srotolarlo prima di ogni utilizo, e prima di riporlo, e via così all'infinito).

Per carità, nulla vieta di "prendere a prestito" il connettore proprietario a 7 poli e utilizzarlo per un cavo di caratteristiche più... terrene? Però, suppongo, per molti utilizzatori i lavori di precisione con un attrezzo a 400°C a pochi centimetri dal naso non sono esattamente esercizi quotidiani (e la plastica del connettore, tra l'altro, non ha una gran resistenza al calore, anzi, tutt'altro).

Ho comprato un altra cuffia con microfono, di un diverso costruttore, per tentare di migliorare... e sono andato tanto peggio.

Quindi, ai punti, non posso che promuovere la DT-297-PV/80 MkII, anche se trovo la calzata un po' stancante sulle mie orecchie, anche se trovo il materiale di cui è costruita poco nobile, e anche se trovo il suo cavo un vero incubo.

Dal punto di vista audio, però, le prestazioni sono notevoli sia sul versante cuffia, sia sul versante microfono. Se solo potessi trapiantare i componenti di questa DT-297-PV/80 MkII dentro alla DT-109 sarei al settimo cielo... così com'è, tra l'oggetto costruito come si deve, e con una favolosa comodità d'utilizzo, e l'oggetto che produce il risultato sonoro più alto... ho dovuto "accontentarmi" di scegliere il secondo tra i due.

PS: i mesi passano, continuo ad usarla, e a dispetto dell'aspetto "cheap" delle componenti in plastica, niente ci ha ancora mollato, niente ha preso gioco, niente ha cambiato aspetto, mentre l'audio in arrivo e in partenza sono sempre di prim'ordine; adesso ci ho messo le altre stelle che mi ero tenuto da parte, se le è meritata (e mi scuso con Beyerdynamic per non averle dato tutta la fiducia che meritava).
features
quality
sound
Outside Noise Isolation
1
0
Report

Report