Top 5 amplificatori per chitarra 2018

Top 5 amplificatori per chitarra 2018

Il 2018 è stata un’ottima annata per tutto ciò che riguarda la chitarra elettrica. Abbiamo personalmente scelto questi 5 amplificatori i quali rappresentano, a nostro avviso, le novità più interessanti di quest’anno!


Marshall DSL20CR



Con il DSL20CR, Marshall ha rilanciato la popolarissima serie DSL dotando questo ottimo amplificatore di ben 20 watt, 3 valvole pre-amplificatrici ECC82 e 2 valvole EL34 nella sezione del finale. Con due canali, controllabili da footswitch, la versatilità è assicurata.

Il pulsante ‘tone shift switch‘ e il ‘bass resonance boost‘ permettono di plasmare il suono a piacere, mentre l’emulated line output è perfetto per suonare di notte senza disturbare nessuno. La parte di equalizzazione a 3 bande (bassi, medi, alti) è condivisa.

Con un cono da 12″ Celestion Seventy-80, il sound è assicurato.

 


Orange Rocker 15 Terror

Anche la Orange ha qualcosa da dire quest’anno. Il Rocker 15 Terror è una testatina capace di sprigionare il tipico sound british Orange con un chassis stiloso e ben realizzato.

Due canali, controllo del tono a 3 bande, loop effetti e 6.4kg di peso: tutto ciò è capace di sprigionare 15 watt, 7.1 watt o 0.5 watt a seconda della modalità selezionata.

Tre valvole ECC83, una valvola ECC81 e due valvole EL84 donano all’amplificatore un suono ricco e potente, adatto a tutte le situazioni. La portabilità è assicurata, grazie alla custodia a tracolla inclusa.

 


Harley Benton Mighty-5TH

Harley Benton ha di recente commercializzato il Mighty-5TH, un amplificatore totalmente valvolare.

Il chassis è realizzato interamente in metallo e l’ampli sprigiona 5 watt nonostante le sue dimensioni più che contenute. All’interno, due valvole EL-84. La potenza può essere switchata a 1 watt o 0.1 watt.

L’amplificatore genera il suo sound basandosi sull’unica valvola pre-amplificatrice presente, una valvola 12-AX7. Dotato di 1 canale, un equalizzatore a 2 bande e soli 3.2 kg di peso, questo amplificatore è perfetto per chi viaggia molto!

 


Mesa Boogie Triple Crown TC-50 Head

Mesa Boogie sa come far parlare di se, ed è ciò che ha fatto con il Triple Crown TC-50 head, una testata da 50 watt a 3 canali interamente costruita in California.

Dotato di due valvole finali EL-34, l’amplificatore permette di sostituirle a piacimento con valvole 6V6 o 6L6. La sezione di preamplificazione è affidata a sei valvole 12AX7.

Ogni canale ha l’equalizzazione dedicata (bassi, medi, alti), controllo presence, un riverbero condiviso, interfaccia MIDI e il famoso CabClone Cabinet Simulator. L’amplificatore, come da tradizione Mesa, è estremamente versatile. Consigliato!

 


Peavey Invective.120 Head

Misha Mansoor, fondatore dei Periphery, ha lanciato nel 2018 il suo personalissimo amplificatore signature Peavey. Basato quasi totalmente sul famoso 5150, l’amplificatore viene equipaggiato con una serie di caratteristiche adatte a chi vuole rincorrere le sonorità del genere. Noise gate attivabile tramite foot switch, connettività MIDI out/thru, switch per passare da 120 a 60 watt e la possibilità di alimentare 2 pedali ad effetto dall’amplificatore stesso sono solo alcune delle feature pensate per l’Injective.

Il pedale foot switch permette di programmare i presets con cui crearsi, come nel mondo digitale tanto amato da Mansoor, una scaletta di settaggi da usare durante un concerto.

Contando su 6 valvole pre-amplificatrici 12AX7 e 4 valvole finali JJ 5L6GC questo amplificatore si affaccia principalmente sul panorama heavy metal.

 


Cosa ne pensi della nostra selezione? Avresti scelto altro? Faccelo sapere con un commento qui o sotto al posto Facebook ✍️ 

Author’s gravatar
La passione di Simon non nasce dal nulla: da quando era in fasce, i suoi genitori l’hanno introdotto allo splendido mondo dei Queen, Led Zeppelin.. e anche gli ABBA!

2 commenti

    E per basso che scegli? Io faccio: punk, jrock, metal, cristian rock, death metal…
    E mi serve un solo ampli leggero, affidabile ed orgasmico

Lascia un commento