Registrare la voce in casa

Registrare la voce in casa

Vuoi registrare la voce in casa ma non sai bene come? Hai a disposizione un portatile ma non sai da dove iniziare? Con quest’articolo puntiamo a fornirti un’infarinatura di base per poter a muovere i primi passi nell’home recording. 

La DAW!

Prima di tutto hai bisogno di un software in cui registrare il suono della tua voce e poterlo poi processare. Questi programmi vengono chiamati DAW (Digital Audio Workstation). Alcuni tra i più popolari sono:

Non voglio stare davanti ad uno schermo!

Se usi il computer per lavorare tutto il giorno e non ne puoi più di vederlo, prova un registratore multitraccia e crea la musica utilizzando le orecchie, come si faceva tempo fa! I modelli più recenti ti permettono di registrare le tue take su SD o possono essere trasferite tramite USB su computer per dare l’ultima ritoccata. É anche possibile mixare direttamente sul dispositivo ed esportare il missaggio finale. Eccoti un paio di opzioni:
Se sei un amante del vintage e vuoi incidere alla vecchia maniera, prenditi un registratore a nastro (che di solito trovi di seconda mano , e di solito anche abbastanza caro) e un paio di nastri magnetici. Avrai bisogno di un pre-amplificatore per saturare il segnale prima che quest’ultimo finisca su nastro utilizzando un mixer multicanale o un preamplificatore.

Il microfono conta

Il prossimo passo è procurarsi un microfono. Non aver paura di sperimentare finché trovi il microfono adatto a te: può essere a nastro, dinamico, a condensatore. A volte microfoni nati per gli strumenti possono adattarsi perfettamente alla voce a seconda del timbro, contesto e intenzione.

Input

Se usi un computer con una DAW, hai bisogno di una scheda audio esterna equipaggiata con pre-amplificatori per poter correttamente incidere su file il suono. Alcune tra le schede più popolari:
Avrai bisogno infine di un cavo XLR per collegare il microfono all’interfaccia audio.
the sssnake SM6BK

the sssnake SM6BK


Supporto!

Uno stand per microfono è cruciale per evitare di dover cantare con il microfono in mano (e trasferirne suoni e vibrazioni). Esistono stand da terra e da tavolo (con morsetta o stand).


Snap, Crackle, Pop

Avrai bisogno di un filtro anti pop per ridurre le “p” (chiamate “plosives” – il suono distorto, carico di basse frequenze che viene registrato quando un colpo d’aria colpisce il diaframma del microfono). Succede con le P ma anche con le T, D, K, B e G a seconda della lingua in cui canti. Un dispositivo semplice ma cruciale per la buona incisione della voce.

Output

Per incidere la voce sei a posto ma per ri-ascoltarla? Puoi avvalerti di cuffie professionali o di altoparlanti/monitor da studio. Le cuffie sono molto importanti anche per incidere e monitorarsi, ossia sentirsi bene mentre stai incidendo. Ogni DAW ha la possibilità di attivare il monitoring in tempo reale (la latenza dipenderà dal tuo computer). Molti cantanti si scoprono una cuffia perché vogliono sentire anche la propria voce naturale.

I monitor da studio sono disponibili in svariate fasce di prezzo. Parlando di home recording, la tipologia più utilizzata è quella dei monitor nearfield attivi, ossia monitor che vanno posizionati a circa 1-2 metri dall’ascoltatore.


Ciò che ti abbiamo mostrato finora rappresentava l’equipaggiamento essenziale per poter registrare. Se vuoi portare le tue registrazioni ad un livello successivo, puoi considerare anche:

 

TC-Helicon Ditto Mic Looper

Spesso i cantanti si vergognano di condividere le idee per le prossime canzoni con gli altri. Inoltre, è spesso difficile creare armonie quando si è da soli a comporre un pezzo. Il TC-Helicon Ditto Mic Looper  è lo strumento giusto che permette di campionare la propria voce e aggiungere strati e livelli (o cori) per sperimentare.


Effetti (pre-produzione)

Come i chitarristi, anche i cantanti hanno gli effetti a pedale e li amano esattamente quanto i sei-cordisti. Gli effetti possono essere usati live, a prove e anche in studio di registrazione (soprattutto se non andrai a usare computer/DAW). Collega il microfono al pedale prima di entrare nel tuo dispositivo di registrazione per aggiungere nuove e interessanti sonorità ai tuoi brani:


Effetti (post produzione)

Esistono una miriade di effetti che possono essere messi prima o dopo la sessione di registrazione: reverberi, delay, saturazioni, effetti che sdoppiano la voce, equalizzatori, compressori, pitch shifter, correttori d’intonazione, vocoders e molti altri. Ecco alcuni dei software più popolari nel nostro shop:


Pre-amplificatori professionali

Se vuoi portare le tue incisioni ad un livello successivo e disponi del budget necessario, considera di acquistare un pre-amplificatore professionale per ottenere quel suono ricco, chiaro e pieno di personalità che spesso hai sentito nei dischi degli artisti famosi. Ecco alcuni suggerimenti:


the t.akustik vocal booth

the t.akustik Vocal Booth

Se vivi in città sai che è difficile incidere per via dei vicini, del suono del traffico e dei ronzii delle apparecchiature elettriche. La  t.akustik vocal booth è una cabina portatile che può essere installata in casa e ti permetterà di dare una ripulita al suono delle tue registrazioni.

Hai già provato a incidere in casa? Qual è stato l’esito? Lascia un commento e facci sapere!

Author’s gravatar
La passione di Simon non nasce dal nulla: da quando era in fasce, i suoi genitori l’hanno introdotto allo splendido mondo dei Queen, Led Zeppelin.. e anche gli ABBA!

1 commento

    Risultato discreto, sono principiante, uso tascam dp 24ma

Lascia un commento