Drumset Genre Musik
La Batteria nei diversi generi e stili musicali

La Batteria nei diversi generi e stili musicali

🥁 I fusti dei tamburi sono noti per le loro diverse dimensioni. I tom più piccoli misurano otto pollici, mentre le grancasse di solito si fermano a 26 pollici. Tutti i produttori di fusti offrono configurazioni assemblate in fabbrica per diverse preferenze, dimensioni del corpo e stili musicali. Nelle fasce di prezzo più alte, di solito è possibile sbizzarrirsi nella scelta delle dimensioni e dei colori. Ma quali sono le dimensioni giuste per voi? E quali misure dovrebbe contenere il vostro kit di batteria?


Drumeo

Drumeo

Ricevi 90 giorni di Drumeo gratis, la più grande piattaforma per batteristi al mondo, con l’acquisto di una batteria Thomann!
Eleva la tua esperienza di batterista con un’offerta esclusiva di Thomann e Drumeo per molti prodotti per batteria
dal 24 giugno al 23 settembre 2024.
Inclusi nei 90 giorni gratuiti:
Lezioni dai professionisti: Imparate dai più grandi batteristi del mondo con istruzioni video passo-passo, allenamenti, sfide e corsi.
Strumenti per esercitarsi: Accesso a una serie di strumenti progettati per aiutarvi a esercitarvi in modo più intelligente, non più difficile.
Oltre 6000 tracce senza batteria: Suonate con le vostre canzoni preferite, cambiate il tempo e mettete in loop le parti più difficili.
Supporto della comunità: Unitevi a una comunità di batteristi appassionati che condividono il vostro amore per la musica.


Innanzitutto, bisogna sapere che il diametro di un tamburo definisce la sua possibile gamma tonale e anche il suo potenziale di volume. Un piccolo tom da 8 pollici avrà un suono piuttosto acuto, ma non potrà produrre bassi rimbombanti per ragioni fisiche. Lo stesso vale viceversa. La scelta delle dimensioni del tamburo determina quindi, a grandi linee, quanto acuto o grave si può produrre il suono complessivo. Se si desidera suonare figure veloci e movimentate, i tamburi più piccoli e più reattivi possono essere più adatti. Al contrario, per ottenere un suono rock più forte e a ritmo moderato ci sarà bisogno di tamburi più grandi. Questo blog vi dirà quale direzione potreste prendere. Speriamo che possiate trovare ispirazione.

Scopri come accordare la tua batteria!

 

“Studio Set”: la batteria poliedrica

Dagli anni ’70, i tamburi con una grancassa da 22 pollici, due tom sospesi da 12 e 13 pollici e un floor tom da 16 pollici sono diventati la combinazione più comunemente utilizzata. In seguito si sono affermati, come alternativa, tom di dimensioni leggermente inferiori; sono comuni quelli da 10, 12 e 14 o 16 pollici. In combinazione con una grancassa di soli 20 pollici, si parla anche di set “fusion” o “da studio“.

DrumCraft Series 3 Studio Impulz TQS

DrumCraft Series 3 Studio Impulz TQS

Come rullante, le misure da 14″ x 5″ a 14″ x 6,5″ sono ancora le più versatili, con le quali si può fare davvero di tutto. Se siete più orientati verso il funk, l’hip-hop fusion, il neo-soul e stili simili, una grancassa da 20″ potrebbe essere più adatta, e lo stesso vale per un corpo di dimensioni inferiori. Se si desidera una “spinta” più secca sul fondo, è meglio optare per una grancassa più grande. Tra l’altro, molti fabbricanti consentono di ordinare tamburi di estensione in colori coordinati anche a distanza di anni.

Pearl EXX725SBR/C Export Bl. Cherry

Pearl EXX725SBR/C Export Bl. Cherry

 

“Kit Be-Bop” – una batteria oltre il jazz

Il cosiddetto kit bop (dal genere musicale bebop) è composto da una grancassa da 18 pollici, un rack tom da 12 pollici e un floor tom da 14 pollici. Di solito è abbinato a un rullante da 14 pollici di profondità standard. Questo tipo di batteria è particolarmente adatto allo swing, al jazz e, naturalmente, al bebop.

Gretsch Catalina Club Jazz - SWG

Gretsch Catalina Club Jazz – SWG

Ma è possibile utilizzarla anche per molti altri stili, come l‘hip-hop, il funk e altri stili che richiedono una grancassa piccola e dal suono più tonale. Inoltre, ha un grande vantaggio: è molto facile da montare e da trasportare!

Sonor AQ2 Bop Set WHP

Sonor AQ2 Bop Set WHP

 

Micro drum set: una batteria per ambienti ridotti

Negli ultimi anni, il kit Bebop è stato affiancato da configurazioni più piccole. Alcuni li chiamano micro drum set, jungle kit o club set. Di solito hanno una cassa da 16 pollici ancora più piccola, oltre a tom e rullanti molto piccoli.

Sonor AQ2 Safari Set WHP

Sonor AQ2 Safari Set WHP

Alcuni dei fusti possono anche essere impilati l’uno dentro l’altro. Il punto è chiaro: sono molto facili da suonare e, soprattutto, da trasportare. Naturalmente, queste batterie occupano anche poco spazio, da cui il nome “club”. È interessante notare che i piccoli kit hanno spesso un suono molto più corpso di quello che ci si aspetterebbe normalmente. Non c’è da stupirsi che stiano diventando sempre più popolari.

Tama Club J. Pancake Set Bundle HBK

Tama Club J. Pancake Set Bundle HBK

 

Pearl Compact Traveler Kit

Pearl Compact Traveler Kit

 

 

“Bonham Set”, “1 Up 2 Down” e altri classiche batterie rock

Suonate stili potenti e pesanti come rock, stoner, grunge o simili? Allora probabilmente dovrete farvi valere contro le chitarre rumorose e allo stesso tempo avrete bisogno di una buona spinta dal basso. Il modello di riferimento per la batteria e il suono tecnico è e rimane John Bonham, il batterista rock più influente di tutti i tempi, membro della leggendaria band inglese Led Zeppelin. La sua batteria era composta da un’enorme cassa da 26 pollici e da tom non meno impressionanti. Un rack tom da 15 pollici montato sopra la cassa (“1 up”), due floor tom (“2 down”) e un rullante.

DW Satin Oil 1up 2down Natural

DW Satin Oil 1up 2down Natural

 

Al giorno d’oggi sono pochi quelli che usano regolarmente le grancasse da 26 pollici, ma 24 pollici è una misura molto apprezzata per creare un suono rock massiccio. Si può variare con una cassa più piccola e in varie combinazioni di rack tom e floor tom. Oppure potete ispirarvi ai nostri set completi.

Pearl Crystal Beat Rock Clear

Pearl Crystal Beat Rock Clear

 

Ludwig Continental 3pc 26" Set G

Ludwig Continental 3pc 26″ Set G

 

La Batteria a doppia grancassa per il metal

Siete alla ricerca di una batteria poco ingombrante, facile da trasportare e da microfonare? Allora una batteria a doppia cassa è sicuramente la scelta sbagliata per voi. Tuttavia, se volete massimizzare la vostra “cilindrata”, offrire una performance degna del genere e divertirvi molto, dovreste prendere in considerazione l’acquisto di una di queste batterie. A meno che la vostra band non disponga di un tecnico della batteria e di un roadie della batteria, una batteria con due grancasse non è ovviamente una decisione di testa, ma di pancia. Ma non solo.

Pearl Export Double Bass Set Black

Pearl Export Double Bass Set Black

A seconda della configurazione, è ovviamente possibile dividere questo set e utilizzarlo in diverse combinazioni. Ciò significa che una batteria a doppia cassa non è perfetta solo per il metal, il metal estremo e il rock, ma anche per molti altri stili.

Tama Imperialstar Double B.Set -BOB

Tama Imperialstar Double B.Set -BOB

 

Non impazzite: tutto è permesso

Trovare la batteria giusta per voi e per il vostro stile è un passo importante per suonare la batteria in modo rilassato e con un buon suono. Ma è necessaria una combinazione specifica di batterie per poter suonare un certo stile? Certamente no!

Ci sono batteristi metal che usano grancasse da 18 pollici e batteristi jazz che si divertono con cinque tom. Molti musicisti leggendari sono diventati famosi perché hanno infranto le regole.

E ricordate: c’è un motivo per cui la batteria è uno strumento modulare che si può espandere (e ridimensionare) quasi a piacere. I nostri specialisti del reparto batteria saranno lieti di aiutarvi.


In quale genere ti senti a tuo agio? Quale batteria è più adatta al tuo stile?

E perché? Siamo curiosi – sentitevi liberi di lasciarci un commento 👇

Author’s gravatar
Maximilian Frattura, digital marketer e content writer. Un mix di creatività e passione per le nuove tecnologie. Studia musica dall'età di 13 anni e si appassiona all'arte della scrittura. Testi musicali, blog, giornalismo da tastiera, post-it, liste della spesa, script: creare è nella sua indole. Successivamente alla laurea in Songwriting nel 2017 alla University of East London, inizia il suo percorso nel marketing digitale, affermandosi come content writer nel settore della musica e dell'economia.

2 commenti

    Molto interessante

    Grazie Antonio! Cosa ti è piaciuto di più dell’articolo?

Lascia un commento

ANNUNCIO