Gli album che hanno salvato il 2020 – Team Thomann

Gli album che hanno salvato il 2020 – Team Thomann

Il 2020 rimarrà negli annali della storia, purtroppo non per buone ragioni. Ciònonostante, si è continuato a fare musica come sempre (talvolta in maniera alternativa). Abbiamo chiesto ad alcuni membri del nostro team quali sono stati gli album che hanno “salvato” il loro 2020: dischi che hanno aiutato ad affrontare la situazione, che hanno distratto la mente, che hanno portato sollievo. Buona lettura! ??

Charlan (Marketing ??)

  • Thundercat – It Is What It Is

A 2 anni di distanza da “Drunk”, un nuovo album del poliedrico bassista: un lavoro Jazz-Funk-RnB, con collaborazioni di stampo internazionale tra cui Steve Arrington, Flying Lotus, Steve Lacy, Louis Cole, Childish Gambino e un tributo toccante a Mac Miller.

  • JUL – La Machine

L’era d’oro del rap francese: testi sinceri e di spessore, arrangiamenti ultra-sofisticati e carisma senza eguali: i geni di Marsiglia tornano ad attaccare duro con lo splendido La Machine.

YouTube

Caricando il video, accetti l’informativa sulla privacy di YouTube.
Per saperne di più

Carica video

YouTube

Caricando il video, accetti l’informativa sulla privacy di YouTube.
Per saperne di più

Carica video

Elisa (Hotline ??)

  • Mac Miller – Circles

Circles è stata una gradita sorpresa ai fan di Mac Miller, scomparso di recente. Un album che permette di trovare Mac tra di noi, trovare la sua anima, il suo groove e il suo talento, con la solita e impeccabile produzione di Jon Brion.

  • Tom Misch and Yussef Dayes – What Kinda Music

“What Kinda Music” è molto difficile da spiegare, perché ogni canzone dell’album ti fa sentire in maniera… diversa. Groove puro, premi play e goditi l’esperienza.

YouTube

Caricando il video, accetti l’informativa sulla privacy di YouTube.
Per saperne di più

Carica video

YouTube

Caricando il video, accetti l’informativa sulla privacy di YouTube.
Per saperne di più

Carica video

Mark (Service Après Vente ????)

  • Alpha Steppa – Raise the ark

Meditazione, serietà e pesantezza. Testi che oscillano tra il mistico e l’attuale, con una nota critica verso l’attualità. Arrangiamenti con un tocco di tradizione ma al contempo moderni che riescono a svecchiare il genere. L’intro viene letteralmente dallo spazio.

  • Calexico – Seasonal shift

Calexico ci porta un album di Natale, cosa inusuale ma sempre gradita – anche perché l’album è in puro stile Calexico. Marriachi eleganti che ci portano ai piedi dei Cactus di Natale. Testi abbastanza semplici e diretti alla stagione Natalizia in corso, con un tocco di nostalgia che ci riporta indietro nel tempo.

YouTube

Caricando il video, accetti l’informativa sulla privacy di YouTube.
Per saperne di più

Carica video

YouTube

Caricando il video, accetti l’informativa sulla privacy di YouTube.
Per saperne di più

Carica video

Chloé (Hotline ??)

  • Bukahara – Canaries In A Coal Mine

Una band tedesca che Chloé adora da anni, super eclettica, capace di fondere generi e lingue e riesce a farti viaggiare. Raccomandato!

  • Aurore Voilqué Trio – Un soir d’été 

Un violinista dal talento incommensurabile nonché amico d’infanzia. Ho tutti gli album e li adoro. Fantastica musicista che si circonda di collaboratori pieni di talento quanto lei, con un risultato incredibile. Un piacere per le orecchie!

 

 

YouTube

Caricando il video, accetti l’informativa sulla privacy di YouTube.
Per saperne di più

Carica video

YouTube

Caricando il video, accetti l’informativa sulla privacy di YouTube.
Per saperne di più

Carica video

Mikkel (Hotline ??)

  • KILLER BE KILLED – Reluctant Hero

Prendete elementi dei Dillinger Escape Plan, Mastodon e Sepultura, fondeteli con l’ausilio di una produzione sopraffina, chitarre pesanti come macigni, e otterrete questo mini capolavoro.

  • INTERVALS – CIRCADIAN

Circadian pesca dalle classiche melodie dei lavori passati degli Intervals, melodie intricate ma funzionali, le fonde alla tecnica chitarrista di Aaron Marshall e trasforma il tutto in un disco che i geek della chitarra elettrica DEVONO ascoltare. Bonus per l’assolo di sassofono.

YouTube

Caricando il video, accetti l’informativa sulla privacy di YouTube.
Per saperne di più

Carica video

YouTube

Caricando il video, accetti l’informativa sulla privacy di YouTube.
Per saperne di più

Carica video

Laura (Marketing ??)

  • Taylor Swift – Evermore

“Evermore” è una sorpresa inaspettata e, anche per i più dubbiosi, è un disco che raccomando per il semplice fatto che non avete mai sentito Taylor Swift sotto questa veste!

  • AnnenMayKantereit – 12

Il testo è qualcosa di molto importante, e se è capace di sorprendermi, è fatta. “12” è un concept album, difficile da ascoltare ma che parla di una triste realtà.

YouTube

Caricando il video, accetti l’informativa sulla privacy di YouTube.
Per saperne di più

Carica video

YouTube

Caricando il video, accetti l’informativa sulla privacy di YouTube.
Per saperne di più

Carica video

Adam (Hotline ??)

  • Polaris – The death of me

Con il loro ultimo lavoro, The Death Of Me, la band si è evoluta ed è maturata. Il bilanciamento tra complessità e semplicità del loro stile heavy/pop è quasi perfetto in questo disco. Poi sono Australiani, quindi spaccano a prescindere! Haha

  • Jakub Zytecki – (2020) Live

Un trip sonoro, fantastico a più livelli. Con video o meno, questa roba spacca. Se non l’avete ancora ascoltato.. fatelo!

YouTube

Caricando il video, accetti l’informativa sulla privacy di YouTube.
Per saperne di più

Carica video

YouTube

Caricando il video, accetti l’informativa sulla privacy di YouTube.
Per saperne di più

Carica video

Thomas (Hotline ??)

  • Anaal Nathrakh – Endarkenment

Viviamo in tempi difficili e incerti, e Anaal Nathrakh riesce a mettere tutto questo in musica: extreme metal, terrore, disperazione, melodie epiche e un senso di speranza e catarsi che trasforma questo album ‘dark’ in uno dei pochi punti positivi del 2020.

  • The Ocean (Collective) – Phanerozoic II: Mesozoic | Cenozoic

Dopo l’acclamato lavoro del 2018, i The Ocean tornano con un lavoro più sperimentale e progressivo. Jonas Renske (dei Katatonia) aggiunge un tocco di epicità al tutto mentre Tomas Hallbom (Breach) trasforma questo disco in un capolavoro.

YouTube

Caricando il video, accetti l’informativa sulla privacy di YouTube.
Per saperne di più

Carica video

YouTube

Caricando il video, accetti l’informativa sulla privacy di YouTube.
Per saperne di più

Carica video

Julian (Marketing ??)

  • Audio Werner – Abundance

Probabilmente l’album più variegato e diversificato che esista nel genere “musica elettronica” – perlomeno per me. Con un background “clubby” da Dance Music, Werner offre un mix perfetto di canzoni house groovy e tracce sperimentali dub.

  • Kamaal Williams – Wu Hen

L’album jazz più fresco del 2020 creato da un artista formidabile. Funky Fusion-Jazz che mi ricorda gli ultimi Weather Report, combinato con UK-Garage ed elementi Breakbeat.

YouTube

Caricando il video, accetti l’informativa sulla privacy di YouTube.
Per saperne di più

Carica video

 

YouTube

Caricando il video, accetti l’informativa sulla privacy di YouTube.
Per saperne di più

Carica video

E tu? Quali sono gli album che hanno “salvato” il tuo 2020? Faccelo sapere con un commento!

Author’s gravatar
La passione di Simon per la musica nasce molto tempo fa, fino a portarlo al diventare arrangiatore, chitarrista e autore di musica auto-prodotta, pubblicata con la sua band, gli Onyria.

Lascia un commento

ANNUNCIO