Come ottenere il sound di… John Petrucci

Come ottenere il sound di… John Petrucci

John Petrucci è considerato da molti uno dei migliori chitarristi di quest’epoca. Rispettato dai musicisti ed acclamato dai fans, il chitarrista newyorkese ha da sempre fuso un songwriting maturo ad una tecnica eccelsa, adornando il tutto con un tocco ed un feel invidiabili. In questo appuntamento di “Come ottenere il sound di…” analizzeremo il sound di questo gigante del progressive metal, e vi aiuteremo ad ottenerlo. Attenzione però: l’equipaggiamento da solo non basterà: il sound è unione tra equipaggiamento, dita e chitarrista 🙂

Sterling by Music Man John Petrucci JP70TPB

Oltre ad illustrare l’esatto equipaggiamento utilizzato da John, ci sarà spazio per alternative per i budget più contenuti. Partiamo dalla chitarra elettrica. Nel video qui di seguito, Kris suona una Sterling By Musicman John Petrucci JP70TPB a 7 corde, sorella minore della versione americana Music Man. Di recente, John ha introdotto un altro modello nel suo arsenale: la Music Man John Petrucci Majesty 7 PN, modello signature attualmente utilizzato in studio e in sede live.

YouTube

Caricando il video, accetti l’informativa sulla privacy di YouTube.
Per saperne di più

Carica video

 

Di recente commercializzazione anche la nuova testata signature Mesa Boogie JP-2C, disponibile da poche settimane sul mercato. Nel nostro video potete sentire in azione un modello leggermente più economico ma egualmente performante, il Mesa Boogie Mark Five: 25. Verso la fine della clip è inoltre possibile ascoltare la testata Peavey 6505 Head Mini, la piccolina di casa Peavey che ci ha piacevolmente sorpreso.

La nostra prima scelta per quanto riguarda il cabinet è sicuramente il Mesa Boogie Thiele Box, un accoppiata vincente, grazie anche agli ottimi coni Celestion 90, per la nostra testata Mesa Boogie. Dopo aver testato varie combinazioni, siamo giunti alla conclusione che qualsiasi cabinet abbinato ai Celestion Vintage 30 è adatto per questo tipo di sonorità, come ad esempio l’Harley Benton G212 Vintage, per gli amanti del qualità/prezzo. Il cabinet infatti monta due coni Celestion Vintage 30 all’incredibile prezzo di €225.

Gli effetti , poi, non sono certo da trascurare quando si parla del sound di Petrucci. Per moltissimi anni, il chitarrista americano ha collaborato con la TC Electronics, utilizzando i loro pedali anche in sede live. Il delay più usato da John è sicuramente il TC Electronic Flashback, che potrete sentire nel video impostato sul Toneprint “Aurora”. Per qualche euro in meno, è degno di nota il T-Rex Playback 60th Anniversary. Nel video che segue abbiamo usato il pedale chorus The Dreamscape, disegnato da John in collaborazione con la TC e che riunisce in un unico pedale chorus flanger e vibrato. Per un utilizzo chorus, anche il Boss CH-1 è un ottimo candidato.

Per ammorbidire il suono pulito e il suono ritmico, John si avvale di un compressore – in questo caso il TC Electronic Hyper Gravity. Ho già detto che John collabora con la TC? 😉 Per un alternativa dal budget più contenuto, non possiamo che raccomandare l’ottimo Fender Micro Compressor. Per concludere, un bel pedale wah-wah. Opzione A: il nuovo pedale signature Dunlop John Petrucci Cry Baby. Opzione B: il Dunlop CryBaby 535Q CB, che grazie alla manopola “Q-Control” permette di variare la tonalità del filtro di chiusura e/o apertura, aprendo gli orizzonti a sonorità pressoché infinite.

Queste sono le nostre considerazioni, ma sappiamo che tra di voi ci sono parecchi fan dei Dream Theater. Raccontateci come ottenete voi il sound di John. Concordate con noi? E qual’è il prossimo chitarrista che vorreste veder analizzato nella rubrica “Come ottenere il sound di…” ?

Author’s gravatar
La passione di Simon per la musica nasce molto tempo fa, fino a portarlo al diventare arrangiatore, chitarrista e autore di musica auto-prodotta, pubblicata con la sua band, gli Onyria.

11 commenti

    come ottenere il suono di adam james dei tool ne ho proprio bisogno

    Cercheremo di accontentarti in uno dei prossimi articoli 🙂 //Simon

    Articolo molto interessante.
    Io suono in una tribute Dream Theater, e per ottenere un suono simile al suo mi sono mosso così:
    Testata mesa Boogie Mark IV
    Casssa Mesa Boogie recto 4×12
    Chitarra Music Man jp 6
    Ibanez ts9 come boost per i soli
    Come wah wah il cry baby signatura petrucci
    Poi ovviamente il dreamscape
    Come compressore sono ancora indeciso a dir la verità…
    Tra il tc electronic hyper gravity e lo xotic compressor sp.
    Come delay uso il tc electronic alter ego x4 (settato con il 2290 mod)
    Complimenti ancora per l’articolo

    Complimenti per la strumentazione di tutto rispetto!
    Sul compressore, personalmente andrei di Xotic, ma sono gusti personali 🙂

    Ciao a tutti, articolo interessantissimo…

    Sono un grande estimatore di Petrucci e suono in una Dream Theater Tribute di Roma (www.enigmaticchaos.com). Cerco di replicare il sound di Petrucci, chiaramente nei limiti delle mie personali capacità (economiche e tecniche:-)..Ecco il dettaglio:

    – Mesa Boogie Triaxis
    – Mesa Boogie 2×90 Stereo Simul Class
    – mesa boogie recto cab 2×12 (x2)
    – tc electronic g major 2
    – furman m10xe
    – voodoo lab ground control pro + Petrucci WAH Dunlop JP95 + Mesa Boogie Tone Clean Burst (Per parti soliste veloci) + Pedale Volume ErnieBall 6180 VP

    Chitarra:
    – Music Man JPX 6 Corde
    – Music Man Artisan 7 Corde Marrone (In arrivo..:-)
    – Ibanez JPM 100 Custom 6 corde (Picasso)
    – Ibanez UV 7 Corde 30 Anniversary

    Vi mando un caro saluto..

    Daniele

    Caro Daniele,
    Un saluto a te e complimenti per la strumentazione! 😉

    Qualcuno sa dirmi come creare il suono della canzone THE BEST OF TIMES j. petrucci dream theater,grazie

    Humbucker ceramico al manico, un ampli di stampo Mesa Mark, delay e… le mani di John 😉

    ciao Simon grazie per la risposta lo so quello che hai scritto è giustissimo aahahahahaa,ma io mi riferivo ai parametri degli effetti e quali effetti usa in quel solo,grazie.

    Ti consiglio di contattare su Facebook Daniele Caruso, un’eccellenza in campo John Petrucci/Dream Theater in Italia, ti saprà sicuramente dare una mano 😉

    Grazie mille.

Lascia un commento

ANNUNCIO