Attori diventati musicisti sul grande schermo

Attori diventati musicisti sul grande schermo

A volte un ruolo in un film va ben oltre il recitare qualche linea davanti ad una cinepresa. Che sia, semplicemente (siamo ironici) mettere su 30 kg di muscoli in meno di 6 mesi per interpretare Batman o imparare nuove lingue o accenti, talvolta gli attori si ritrovano a lavorare ben oltre le canoniche ore di girato. Per alcuni film, diversi attori hanno dovuto imparare a suonare (o, perlomeno, ci hanno provato) uno strumento musicale. Alcuni si sono appassionati alla cosa, finendo col diventare anche musicisti durante il tempo libero. Eccovene un paio!


Christian Bale – The Big Short

Christian Bale è un attore incredibile. La sua dedizione al ruolo è estrema: tutti ricordano le famose foto che circolavano sul web in cui era possibile vedere le sue incredibili trasformazioni fisiche (da ‘L’uomo senza sonno‘ a ‘Batman‘, da rachitico a supereroe muscoloso in meno di sei mesi), e la sua caparbietà non si ferma di certo ai drink proteici o alle perdite sistematiche di peso. Per il film “La grande scommessa“, Bale ha imparato a suonare la batteria per filmare le scene in cui il suo personaggio “scarica lo stress” picchiando duro sulle pelli e ascoltando musica metal, il tutto mentre ragiona sull’imminente tracollo del mercato americano. La parte incredibile? Ha imparato le basi dello strumento in sole due settimane ascoltando a ripetizione i Pantera.

 

Adrien Brody – The Pianist

Per ricoprire l’ormai leggendario ruolo di Szpilman, Adrien Brody è stato letteralmente costretto dal regista Roman Polanski a prendere lezioni di pianoforte per svariate ore al giorno, ogni singolo giorno. La sua dedizione al ruolo andò ben oltre: lasciò la sua ragazza, vendette auto e appartamento e andò in ritiro solitario da qualche parte in Europa, vivendo come un eremita, per cercare di “capire” realmente come si sentiva un uomo che nella vita aveva perso tutto. Lo sforzo l’ha ripagato: a 30 anni, fu l’attore più giovane a vincere il premio Oscar come miglior attore.

 

Rachel Weisz – The Brothers Bloom

C’è una scena che dura poco più di 10 secondi in The Brothers Bloom in cui il personaggio interpretato dalla Weisz suona un violino, una chitarra, un clavicembalo e un banjo. Nonostante la scena abbia dei cambi inquadratura molto rapidi che avrebbero permesso un playback convincente con audio sovrapposto in post-produzione, Rachel Weisz decise comunque di prendere lezioni per tutti e 4 gli strumenti suonati. Il risultato finale probabilmente è frutto di post-produzione, anche se a giudicare dalla postura e dalla diteggiatura con i vari strumenti si può senz’altro affermare che sappia come gli strumenti vadano suonati, cosa assolutamente non scontata quando si parla di strumenti musicali, attori e Hollywood.

 

Jude Law & Matt Damon – Il talento di Mr. Ripley

La famosa scena del club jazz contenuta all’interno del film è memorabile. Mentre si godono la vita nel Sud Italia, circondati da amici, buon cibo e clima fantastico, i due amici sono soliti intrattenersi in un jazz club locale. Matt Damon ha realmente imparato a suonare il pianoforte per il film, sebbene poi la musica che si sente durante la scena sia eseguita dai due compositori della colonna sonora per ovvi motivi (il jazz è un genere ESTREMAMENTE difficile da eseguire per un neofita!). L’affascinante Jude Law non è stato da meno, imparando a suonare il sassofono e, apparentemente, appassionandosi talmente tanto alla cultura e musica Americana degli anni ’50 da diventarne un fan a vita.

 

Ryan Gosling – La La Land

Durante le scene in cui le mani di Ryan Gosling vengono inquadrate mentre suona il pianoforte in La La Land molti hanno concluso che si trattasse di un musicista jazz il quale, fungendo da controfigura, dava giustizia al brano in quel momento suonato. Beh, non è così: il talentuosissimo Ryan Gosling, attore noto per pellicole quali Blade Runner 2049, Drive e, ovviamente, il pluripremiato La La Land, ha imparato a suonare il pianoforte esercitandosi con ‘City of Stars‘ per ore e ore ogni giorno, per circa sei mesi. Il risultato? Una pioggia di premi Oscar e riconoscimenti.

 

Bradley Cooper – A Star Is Born

Bradley Cooper, una volta noto semplicemente come ottimo attore, superbo regista e, a detta di tutti, un “bravo ragazzo“, è riuscito a trasformarsi anche in un formidabile musicista: perché? Per rendere giustizia al suo film, A Star Is Born, e al suo personaggio, Jackson Maine, un cantante country che si innamora di una promettente star in ascesa (interpretata da Lady Gaga). Cooper ha preso lezioni di pianoforte, canto e chitarra per un anno e mezzo, si è presentato a sorpresa durante Glastonbury in compagnia di Kris Kristofferson (colui che interpretò lo stesso personaggio nella versione del ’69 di A Star Is Born) e ha calcato il palco assieme a nientemeno che Willie Nelson.

Ciliegina sulla torta è l’alchimia praticamente perfetta fra Cooper e Gaga, componente che ha trasformato un buon film in un film eccezionale che parla di musica e dell’inseguire i sogni. Se non l’avete ancora visto, fatelo!


Conosci altri attori che hanno imparato a suonare uno strumento?
Qual è il tuo preferito fra questi? Faccelo sapere con un commento!

Author’s gravatar
La passione di Simon per la musica nasce molto tempo fa, fino a portarlo al diventare arrangiatore, chitarrista e autore di musica auto-prodotta, pubblicata con la sua band, gli Onyria.

1 commento

    Great balls of fire – Dennis Quaid

Lascia un commento