I top 7 attenuatori di potenza

I top 7 attenuatori di potenza

I possessori di amplificatori valvolari conoscono bene il seguente problema: purtroppo, per rendere al meglio, il master va tirato al massimo per far lavorare bene le valvole finali. Sfortunatamente, ben poche persone hanno la possibilità di farlo senza farsi sfrattare. Tirare su il volume fino a 11 ( 😉 ) spesso è il modo migliore per farsi arrestare, sbattere fuori dalla band e prenotare una visita immediata dall’otorino per gravi perdite dell’udito!

Fortunatamente esistono in commercio degli attenuatori di potenza che, piazzati tra testata e cassa (o parte finale e cono) permettono di suonare a volume ridotto nonostante il carico a pieno regime delle valvole finali. Sul mercato esistono svariati modelli, abbiamo deciso quindi di compararli per farvi capire meglio ciò che potrebbe fare al caso vostro.

 

Nel video è stata utilizzata la seguente strumentazione

Attenuatori:

Amplificatore e cassa: Marshall JTM45/2245, Marshall MR1936V

Chitarra: Fender AM Pro Tele Ash MN NAT

Microfoni : Sennheiser E 906, Royer Labs R-121

misuratore decibel (dB): Dateq SPL-D2

Author’s gravatar
La passione di Simon non nasce dal nulla: da quando era in fasce, i suoi genitori l’hanno introdotto allo splendido mondo dei Queen, Led Zeppelin.. e anche gli ABBA!

2 commenti

    Ma per un combo valvolare quale è la soluzione?

    @giovanni
    il combo valvolare non è altro che un testata e cassa nello stesso cabinet. Quindi basterà munirsi di un ulteriore cavo di potenza che collegherai tra l’ uscita dell’ amplificatore e l’ attenuatore di potenza, e poi collegherai all’ uscita dell’ attenuatore di potenza il cavo già presente nel tuo combo che è connesso al cono della cassa. Semplice 🙂

Lascia un commento