8 storie d’amore tra musicisti e i loro strumenti

8 storie d’amore tra musicisti e i loro strumenti

💌💘 San Valentino: ogni anno il 14 febbraio si festeggia la giornata degli innamorati in tutto il mondo. Fiori venduti come se non ci fosse un domani, gioiellieri che sbancano e ristoranti presi d’assalto. Un’occasione per dimostrare al/alla proprio/a partner l’affetto che si prova per loro: romanticherie e smancerie sono all’ordine del giorno oggi. In quest’articolo vi parliamo invece del legame morboso tra musicisti e strumenti: love stories degne di una puntata di Centovetrine. 💝🌹


B.B. King e “Lucille”

La chitarra simbolo del leggendario bluesman B.B. King è sicuramente Lucille: una Gibson ES 335 senza buche ad F. Dagli anni ’50 ha iniziato a chiamarla Lucille, e la storia dietro al nome è piuttosto interessante: durante un concerto in un club in Arkansas, il locale ha iniziato ad andare a fuoco. King si mise in salvo, si ricordò della chitarra e tornò dentro a prenderla per salvarla dalle fiamme. Tempo dopo scoprì che l’incendio fu appiccato in seguito ad un diverbio tra due uomini che si stavano contendendo una donna, Lucille. Vuoi acquistarla? Abbiamo anche la versione Epiphone.


Lang Lang e il suo pianoforte

Lang Lang, il virtuoso di pianoforte superstar della musica classica in Cina, non abbandona mai il suo pianoforte: niente fidanzata per lui, solo il fidato strumento e un paio di mani che valgono 70 milioni di dollari.


Louis Armstrong e la sua tromba

Louis Armstrong crebbe in una famiglia povera e faticò molto nella vita. Un giorno prese in mano un corno, poi una tromba, e il resto è storia. Divenne la prima ‘stella’ della musica e in merito allo strumento era solito dire “quando chiudo gli occhi e suono la tromba, guardo dritto nel cuore del buon vecchio New Orleans“.


Benny Andersson e il primo sintetizzatore FM Yamaha

Il successo degli ABBA non sarebbe stato tale senza il fantomatico e riconoscibilissimo suono del sintetizzatore Yamaha GS-1 che, sotto le abili dita del produttore e cantante Benny Andersson, pose le basi per il successo planetario del quartetto. Il sintetizzatore risiede oggi nel museo musicale di Stoccolma.


Anne-Sophie Mutter e il suo prezioso “Emiliani”

Un violino Stradivari è stato il compagno di vita di Anne-Sophie Mutter dai suoi 16 anni in poi. La star del violino iniziò a suonare a 5 anni e ben presto le fu concesso l’onore di suonare su questo particolare violino, di proprietà del Primo Ministro di Baden-Württemberg Lothar Späth, chiamato “Emiliani“, costruito nel 1703. Da allora non se ne separa mai e viaggia assieme a lei per tutto il globo.


Whitney Houston e il suo microfono

L’icona Whitney Houston aveva un rapporto speciale con il suo microfono: oltre a cantarvi attraverso le sue incredibili tre ottave di estensione e tutto il talento di cui era in possesso, la Regina del Pop era solita carezzarlo a tempo di musica. E quanti pianti ci siamo fatti sentendo le sue canzoni? Grazie, microfono Shure.


Jimi Hendrix sacrificò la sua Monterey Fender Stratocaster

Jimi Hendrix, pioniere della chitarra elettrica: suonava con le dita, la lingua e i denti. Nel 1967 diede fuoco alla sua Stratocaster Flower Power durante il festival Monterey Pop, subito dopo la canzone Wild Thing. Si dice che il piano originale fu solo di distruggerla, ma Pete Townsend lo anticipò il giorno prima. In merito alla questione Jimi affermò “Quando la bruciai, fu lei la vittima. Perché sacrifichiamo sempre ciò che amiamo, e io amavo lei.


George Harrison, Eric Clapton e the red “Lucy”

… o, per dirla con parole di George, “While My Guitar Gently Weeps”.”Lucy“, una Les Paul Standard rossa del ‘57, fu utilizzata dal Beatle in seguito ad un regalo da parte di Eric Clapton, che la acquistò a New York – Clapton stesso eseguì anche l’assolo sul pezzo in questione. Amore vero!


Conclusione

Musicisti e strumenti hanno sempre avuto un legame forte, paragonabile all’amore tra due amanti. Vi auguriamo un felice San Valentino con la vostra amata (umana o sei corde)  ♥️

Author’s gravatar
La passione di Simon per la musica nasce molto tempo fa, fino a portarlo al diventare arrangiatore, chitarrista e autore di musica auto-prodotta, pubblicata con la sua band, gli Onyria.

4 commenti

    E la batteria? Non è uno strumento di serie B!!!!!!Ma è poco considerata….pazienza

    Assolutamente no Р̬ che non abbiamo trovato storie interessanti in merito
    Se ne hai qualcuna da condividere, saremo lieti di inserirla nell’articolo 🙂

    È assolutamente vero…Uno strumento musicale x un musicista, non è semplicemente un’ oggetto, ma un vero compagno di viaggio, nei paesaggi della musica.

Lascia un commento