7 consigli per superare indenni il Natale

7 consigli per superare indenni il Natale

E anche quest’anno è arrivato il natale… e come sempre, le situazioni sono sempre le stesse: gli incontri interminabili con i parenti, i cugini e gli antenati, lo zio che racconta sempre la stessa barzelletta e molto altro. Per riuscire a sopravvivere a queste torture psicologiche e arrivare freschi all’anno nuovo, abbiamo raccolto per voi 7 ottimi consigli per prendere con lo spirito giusto questa festa 😉


1.  Regala emozioni, non oggetti

Ok, ok, è semplice andare presso la profumeria più vicina e comprare un pacchetto già pronto con la solita crema, lo shampoo e la borsetta. Ma trovare il CD giusto per i vostri cari, azzeccando i gusti e regalandogli dei momenti di svago contribuendo, allo stesso tempo, a far scoprire della buona musica a chi non la conosce, è impagabile. E per gli avidi lettori, consigliamo partiture, biografie, libri e cuffie.

 

2. L’importante non è la destinazione, ma il viaggio

Ti si prospetta un viaggio di tre ore per arrivare dalla zia Maria? Non sai come passare il tempo a bordo del treno, in attesa di arrivare a destinazione? Non sprecare nemmeno un secondo: approfittane per portarti il portatile appresso e finire il tuo ultimo mixaggio, ascolta della buona musica o esercitati con una chitarra o “fingertrainer“. E perché no: fatti ispirare dal paesaggio per scrivere il testo della tua prossima hit!

 

3. La musica è priorità

Come ogni anno le radio ci fracassano i timpani con “All I Want For Christmas Is You”, “Last Christmas”, “Let It Snow” e tutti gli altri classici senza tempo. Non sono brutte canzoni: ciò che le rende insopportabili è la frequenza con la quale ci vengono propinate. Portati dietro la chitarra, un cajon, un tamburello o anche solo la tua voce per proporre della musica alternativa. Sei pronto a duettare con tua nonna sulle note di “It’s Only Rock’N’Roll”?

 

4. Il successo sta nella preparazione

Tanto lo sai già. Lo sai benissimo. Almeno qualcuno nella tua famiglia ti porrà inevitabilmente la fatidica domanda: “dai, ci suoni qualcosa?”. E qui casca l’asino. Perché una versione unplugged e alcolica di “Master Of Puppets” non è il massimo, quindi preparati per tempo e studiati qualche simpatico arrangiamento ‘natalizio’ o qualche classico delle festività. Non ti preoccupare, la tua anima rock non scomparirà: jingle bells può essere suonata anche con uno slide su una fender 😉

Stai visualizzando un contenuto segnaposto da Youtube. Per accedere al contenuto effettivo, clicca sul pulsante sottostante. Si prega di notare che in questo modo si condividono i dati con provider di terze parti.

Ulteriori informazioni

 

5. Mente sana in corpo sano

I pranzi e le cene di natale sono la prova che anche la volontà del più forte ginnasta viene meno davanti alle prelibatezze preparate dai tuoi parenti. Per non parlare della nonna: guai a non mangiare almeno una porzione di tutto il ben di dio che ti ha preparato! Per perdere i chili di troppo sfrutta la notte di San Silvestro per scatenarti a ritmo di musica e fare festa fino al mattino. Vuoi organizzare una festa a casa tua? Allora procurati subito una mirror ball da discoteca 😉

 

6. Serve un piano A e un piano B

Stai ascoltando da ore i discorsi del nonno sul quanto i giovani fossero diversi ai suoi tempi, del come ci si riuscisse a divertire senza smartphone e di quanto fosse più semplice e bella la vita. Le quattro portate unite agli svariati bicchieri di champagne si stanno facendo sentire e sprofondare nel sonno più scomposto davanti a tutti non è proprio il massimo. Per riprenderti dal torpore usa il tuo smartphone e le tue cuffie per ascoltarti un paio di canzoni e riprendere la carica. É ora del secondo round, nonno!

 

7. Sei stato furbo quest’anno?

Ogni musicista spera di ricevere regali legati al mondo della musica. D’altronde, a cosa servono maglioni, mutande e pantofole? Come biasimare i tuoi parenti i quali, non essendo esperti nel tuo campo, preferiranno andare sul sicuro piuttosto che rischiare di comprarti qualcosa di poco adatto. Sta quindi a te informarli su quelle che sono le ultime tendenze, ricordandoti di dare chiari riferimenti a nomi, marche e dove trovarli per facilitargli l’acquisto. E per non sbagliare mai, il buono regalo Thomann è sicuramente l’opzione più gettonata 😉 . Non ha scadenza e può quindi essere usato a tuo piacimento quando vorrai, ora o più tardi!

 Buon Natale !

Author’s gravatar
La passione di Simon per la musica nasce molto tempo fa, fino a portarlo al diventare arrangiatore, chitarrista e autore di musica auto-prodotta, pubblicata con la sua band, gli Onyria.

Lascia un commento

ANNUNCIO