10 cover di canzoni rock

10 cover di canzoni rock

Di tanto in tanto artisti della musica pop (e non solo) si cimentano in reinterpretazioni di brani storici. A volte il risultato è sorprendente, altre volte meno. Ecco a voi una lista di 10 cover – valutate voi la riuscita!


Anthrax – Carry on Wayward Son (Kansas)

Il fatto che gli Anthrax siano uno dei Big Four del Thrash Metal è comprovato da questa riuscitissima cover. Nel 2016 i metallari decisero di incidere “Carry on Wayward Son”, dei Kansas, un brano che all’epoca aveva già più di 40 anni. Incredibile sentire Joey Belladonna calarsi nei panni di Steve Walsh.

Millencolin – Every Breath You Take (The Police)

Let’s go punk: la famosa band Millencolin si è cimentata nel famosissimo brano Every Breath You Take dei The Police. La perfezione musicale ed esecutiva di Sting e amici non è seconda a nessuno. La versione punk è molto più… grezza, veloce e sporca. Divertente!

Halestorm – Still of The Night (Whitesnake)

È possibile fare meglio dei Whitesnake? A nostro parere sì. La voca di Lzzy Hale è incredibile e ben si presta a questo iconico pezzo. La parte musicale, poi, è perfettamente in quadro. Bravissimi, anche se la reinterpretazione non può essere chiamata “coraggiosa” per via della similarità tra i due generi.

Slayer – Born To Be Wild (Steppenwolf)

Un classico della storia del rock, Born To Be Wild degli Steppenwolf. Gli Slayer hanno dato uno stampo decisamente Metal al brano, rendendola più aggressiva e ‘hard’. Un risultato degno di nota.

Johnny Cash – Hurt (Nine Inch Nails)

Associare Hurt a Johnny Cash è un processo mentale automatico. La maggior parte della popolazione è probabilmente convinta che il brano sia suo. È invece un brano dei Nine Inch Nails – sebbene la struggente reinterpretazione acustica  di Cash sia ben più nota. Ottimo lavoro, Johnny.

Guns N ’Roses – Knocking on Heavens Door (Bob Dylan)

La canzone originale di Bob Dylan è leggendaria: lo è altrettanto quella dei Guns N ‘Roses. Colonna sonora del film “Giorni di Tuono“, fu inizialmente incisa con Tom Cruise, poi registrata nuovamente per l’album “Use Your Illusion II” e infine pubblicata come singolo. Il resto è storia.

2CELLOS – Thunderstruck (AC / DC)

Il duo di violoncellisti Croati 2CELLOS si è guadagnato rapidamente la fama grazie alle loro cover a dir poco… bizzarre! I due hanno vinto svariati premi, ben meritati a fronte del loro fantastico lavoro, delle loro esibizioni sui palchi di tutto il mondo (arrivando ad esibirsi anche assieme ad Elton John) e apparendo al fianco di svariati nomi importanti del panorama statunitense. Luka Šulić e Stjepan Hauser prendono brani degli U2, Nirvana, Coldplay, Sting e, come in questo caso, degli AC/DC e li reinterpretano con i loro violoncelli.

Steve ’n’ Seagulls – You Shook Me All Night Long (AC / DC)

Un’altra canzone degli AC/DC, questa volta reinterpretata in chiave bluegrass da una band finlandese (assurdo, no?). Steve ‘n’ Seagulls, band country proveniente dal paese meno ‘country’ del mondo, si è ritagliata uno spazio nel mondo della musica arrangiando canzoni dei Metallica, Iron Maiden e molti altri. Da YouTube all’album di debutto, fino all’esibizione al Wacken Open Air.

Joey Ramone – What a Wonderful World (Louis Armstrong)

Louis Armstrong non era di certo un musicista hard rock o punk – il carismatico trombettista prestò il suo strumento e la sua voce a brani senza tempo della storia Americana del 1900. La band punk capitanata da Joey Ramone decise di prendere la canzone più famosa di sempre di Armstrong, What a Wonderful World, e l’ha… “punkizzata”. Giudicate voi 😉

Quiet Riot – Cum On Feel The Noize (Slade)

Negli anni ‘80 i Quiet Riot reinterpretarono il famosissimo brano degli anni ’70 Cum On Feel The Noize, degli Slade. Nonostante la tua tragica dipartita, Randy Rhoads fu in grado di portare, in qualità di membro fondatore dei Quiet Riot, il brano nella top 5 dei singoli americani.


Conosci altre reinterpretazioni di brani rock degni di nota? 
Lascia un link qui sotto 😉 

Author’s gravatar
La passione di Simon per la musica nasce molto tempo fa, fino a portarlo al diventare arrangiatore, chitarrista e autore di musica auto-prodotta, pubblicata con la sua band, gli Onyria.

3 commenti

Lascia un commento